Purtroppo non servono tante parole per raccontare di Auschwitz perché questo nome è tristemente noto a tutti. Se siete a Cracovia, una visita al campo di concentramento di Auschwitz è davvero d’obbligo, sarà per voi un’occasione unica per comprendere particolari sfaccettature della nostra recente storia. La visita all’Auschwitz Birkenau Memorial vi regalerà un bagaglio di emozioni e conoscenze che vi arricchiranno profondamente.

Il campo di concentramento di Auschwitz era parte di un più ampio complesso di campi di sterminio di cui facevano parte anche il campo di Birkenau, il campo di lavoro di Monowitz e 45 sottocampi. Auschwitz divenne rapidamente il più grande e più attivo dei campi di sterminio svolgendo un ruolo fondamentale nei progetti di “soluzione finale del problema ebraico”.

Nel dicembre 1941 il complesso dei campi di sterminio era arrivato ad occupare ben 40 chilometri quadrati che comprendevano, inoltre, alcune aziende agricole e di allevamento nelle quali i deportati venivano utilizzati come schiavi.

auschwitz-444430_1280
La linea ferroviaria che portava al campo

Auschwitz fu reso operativo dal 14 giugno 1940 e da allora, il numero medio di prigionieri fu tra le 15.000 e le oltre 20.000. Si è stimato che ad Auschwitz, in tutto vi abbiano perso la vita circa 70.000 persone.

Nell’obitorio del Crematorio N.1 venne realizzata una camera a gas che venne sperimentata per la prima volta il 3 settembre 1941. In quell’occasione vennero uccisi, con il gas Zyklon B, 850 prigionieri.

auschwitz-239491_1280
L’accesso al campo di concentramento

Il luogo della memoria

A partire dal 1979 Auschwitz è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dell’UNESCO ed è stato reso visitabile al fine di renderlo un luogo della memoria, testimonianza tangibile della triste storia contemporanea.

Vi suggeriamo di programmare la visita al campo di concentramento lasciandovi un largo margine di tempo perché è consigliato visitare il sito di Auschwitz I e quello di Auschwitz II-Birkenau contemporaneamente, per avere una visione integrale dei fatti. Per la visita completa vi serviranno circa tre ore.

auschwitz-378047_1280
La Bahnrampe

I giardini e la maggior parte degli edifici sono accessibili ai visitatori, tra cui i resti delle baracche in legno e i luoghi in cui si svolgevano le prime sperimentazioni con il gas.

Sarete sicuramente impressionati dall’area di Birkenau che originariamente ospitava oltre 300 baracche. La visita al campo di concentramento prevede la visione di un film, della durata di circa 15 minuti, che racconta dei primi momenti dopo la liberazione.

La Bahnrampe, ovvero la rampa dei treni che vedrete all’interno del campo di Birkenau, è oggi esattamente come si presentava fino al 1945, qui arrivavano i convogli dei deportati. Anche le baracche in legno del campo sono esattamente com’erano nel 1941.

Una delle cose che più impressionano i visitatori di Auschwitz è la famosa scritta posta sul cancello d’ingresso, fermatevi un attimo a leggere quelle semplici parole.

auschwitz-485689_1280
La scritta sul cancello d’ingresso

All’interno del complesso, oltre alla mostra permanente, vengono regolarmente organizzate delle mostre temporanee che si uniscono a una serie di esposizioni itineranti che hanno lo scopo di portare nel mondo la storia dei campi di concentramento. Le mostre itineranti hanno toccato paesi come Israele, Italia, Giappone, Stati Uniti e molti altri.

Infine vi facciamo presente, come riportato nelle linee guida l‘accesso al memorial, che la visita è sconsigliata per i giovani al di sotto di 14 anni.

concentration-camp-528969_1280
Il filo spinato che racchiude l’area del campo

Orari e prezzi

Il museo è aperto tutti i giorni, tranne il 1 ° gennaio 25 dicembre e Domenica di Pasqua:

  • 8:00 – 15:00 da dicembre a febbraio
  • 8:00 – 16:00 marzo e novembre
  • 8:00 – 17:00 aprile e ottobre
  • 8:00 – 18:00 maggio e settembre
  • 8:00 – 19:00 giugno, luglio, agosto

L’accesso all’Auschwitz Birkenau Memorial è gratuito.

Come arrivare

L’Auschwitz Birkenau Memorial si trova nella periferia della città di Oswiecim sulla strada statale 933 e a circa 2 km dalla stazione ferroviaria alla quale è collegato dagli autobus locali. Dalla città di Cracovia è possibile arrivare con PKS e minibus che fermano proprio all’ingresso del museo.