Se state pensando ad una vacanza in Puglia sicuramente la vostra mente vi starà già portando ad Alberobello ed alle caratteristiche costruzioni bianche dal tetto nero a punta: i bellissimi trulli.

I trulli sono delle costruzioni molto antiche che risalgono all’epoca preistorica, tuttavia i trulli più antichi che troviamo oggi ad Alberobello risalgono al XIV secolo, periodo in cui questa terra disabitata venne assegnata al primo Conte di Conversano da Roberto d’Angiò, che la popolò spostando interi insediamenti dai feudi vicini.

Alberobello-e-i-suoi-trulli
I caratteristici pinnacoli

I trulli sono delle costruzioni a secco, realizzate senza malta, con una tecnica edilizia che venne imposta ai nuovi coloni di modo che le loro abitazioni potessero essere demolite in fretta, evitando così le tasse sui nuovi insediamenti imposte dal Regno di Napoli.

Alberobello acquisì la fisionomia di un insediamento indipendente intorno al 1620, arrivando a contare circa 3500 persone verso la fine del XVIII secolo

Alberobello-e-i-suoi-trulli
Chiesa di Sant’Antonio

Cosa vedere ad Alberobello

Monti: nucleo composto da circa 1030 trulli, fra cui i particolarissimi “trulli siamesi”, caratterizzati da doppia facciata e doppio pinnacolo;

Trullo Sovrano: è l’unico trullo a due piani e oggi ospita un Museo, si trova in piazza Sacramento 10;

Aja Piccola: borgo costituito da una rete di vicoli stretti e tortuosi;

Alberobello-e-i-suoi-trulli
Trullo Sovrano

Chiesa di Sant’Antonio: questa singolare chiesa a forma di trullo, è preceduta da un ingresso monumentale con un bel rosone, si trova in via Monte Pertica;

La Casa d’Amore: che attualmente ospita l’ufficio del turismo, è prima casa costruita a calce nel 1797, la potete vedere in via Monte Nero 3;

Santuario di Santi Medici: è una chiesa dedicata ai SS. Medici Cosma e Damiano, custodisce le loro reliquie e il quadro della Madonna di Loreto, si trova in piazza Curri.

Alberobello-e-i-suoi-trulli
La Casa d’Amore ad Alberobello

Struttura dei trulli

I Trulli possono essere composti da una sola stanza oppure dall’accostamento di più ambienti, la pianta ha forma approssimativamente circolare, sul cui perimetro si erge la muratura a secco di spessore molto elevato con una quasi totale assenza di aperture ad esclusione della porta d’ingresso e, raramente, qualche piccolissimo foro; la copertura ha la caratteristica forma a punta (pinnacolo) ed è costituita in pietre nere accostate.

Per la costruzione venivano utilizzate pietre calcaree trovate sul posto, rimosse dai campi perché impedivano le coltivazioni.

Come vedrete gli spazi interni sono molto ridotti perciò, man mano che le famiglie crescevano, spesso si ricorreva alla realizzazione di soppalchi in cui collocare brande per i più piccoli e in cui riporre oggetti di vita quotidiana come vivande, provviste, stoviglie e attrezzi vari.

Alberobello-e-i-suoi-trulli
L’interno di un trullo

Come arrivare

Alberobello è situata nella provincia di Bari. E’ possibile raggiungere questa incantevole località nei seguenti modi:

In treno: arrivare fino a Bari o Taranto con Trenitalia, proseguendo poi con le ferrovie Sud-Est.

In auto: dall’autostrada A14 – uscita a Gioia del Colle.